La fine dell’anno

Fine dell’anno, voglio che ci diamo un buon saluto e ci facciamo gli auguri.
Vorrei dire che l’anno venturo sarà migliore, che riprenderemo a crescere, che quello che abbiamo interrotto quest’anno verrà ripreso, ma non ho questo ottimismo nemmeno io.

Spero abbiate dato un’occhiata alla serie “Myths and Monsters” in onda su DMAX. Pare sia una serie Netflix, non sapevo che facessero anche documentari. Mi è piaciuta, perché divulga quelle conoscenze sul confronto tra i miti, i motivi ricorrenti, gli archetipi, di cui parla anche l’Anima del Mostro e che sono, oltre a un ambito di ricerca relativamente recente e ancora tutto da esplorare, un genere di conoscenza quasi esclusivo degli “addetti ai lavori”, più pochi appassionati, in numero crescente ma ancora esiguo. Una gran bella sorpresa sentire parlare degli studi di Joseph Campbell -non il primo, ma probabilmente il più celebre tra gli studiosi del mito e autori di letteratura divulgativa sul tema-, veder ripercorsa in forma animata una storia del poco conosciuto folklore slavo, e ricostruite le tappe del percorso di un eroe attraverso il confronto tra Star Wars, il ciclo arturiano e la Saga dei Volsunghi.
È di questo che parliamo qui. O parlavamo. Di sicuro dovremmo parlarne di più.
Miti e mostri non sono l’argomento principale qui?

Ho passato un sacco di tempo a rimuginare su quest’anno, su di esso in particolare. Non ne ho più voglia. Lo dico anche a voi, se avete addosso qualcosa di infelice, e di inutile, questo è il momento buono per lasciarlo andare.

Spero che quest’anno vada meglio. Sarà l’anno che inevitabilmente porterà a compimento alcune cose. Tutti aspettiamo la fine di Avengers, di Star Wars e di Game of Thrones; io aspetto ancora di più il nuovo Godzilla e anche la fine della saga di Dante con Devil May Cry 5.
Non ci saranno solo queste cose.
La situazione mia di vita cambierà, in qualche modo, e questo significa che cambierà anche il blog. Finirà lo stadio dell’ultimo anno, con post sempre in forse e solo a volte, ma non so se significherà tornare a come le cose andavano prima, o qualcos’altro ancora.

L’anno che incombe è come la creatura che vedete qui sotto, misteriosa e seducente, con pari possibilità di essere un pericolo o una salvezza.
Possiamo avversarla e pensare che sarà come tutti gli altri mostri, oppure provare a fidarci e a capirla. Noi confidiamo nei mostri.
Vi faccio i più cari auguri qui sul blog per il nuovo anno e per quanto di meglio potrà portare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...